Recensione del film Maverick

Il genere western è stato usato ed abusato nel corso degli anni. Maverick cerca forse di dare una nuova lettura ad un universo che è stato inflazionato da sparatorie e indiani utilizzati più o meno sempre nello stesso identico modo. Mel Gibbson in questo film interpreta una parte che gli si addice al massimo, il suo nome è Maverick e la sua idea è quella di partecipare ad un famoso evento pokeristico a St-Louis. Non possono mancare truffe e belle donne in un film del genere e tutto viene mescolato in una sceneggiatura dinamica e molto particolare.

Riassunto

Maverick è un giocatore di poker con la propensione a barare, un avventuriero potremmo dire e la sua idea è quella di vincere il premio più importante nell’evento pokeristico annuale che avrà luogo a St. Louis. Non può ovviamente mancare una bellissima donna sulla sua strada, un altra giocatrice di poker, Annabelle Bransford. Le avventure di Maverick si spostano tra scontri con uno strano spagnolo (Angel) ed un pistolero giovane che non potrebbe che accusarlo di barare dopo una partita a poker. Se siete alla ricerca di un film divertente, ma non stupido, Maverick vi sorprenderà e non solo al tavolo da gioco.

Conclusioni

Richard Donner cambia genere dopo film di intrattenimento come The Goonies e Lethal Weapon. Un western che può senza dubbio essere definito moderno e dinamico, una storia ficcante e molto divertente e tratti che stupirà lo spettatore in molteplici modalità. Gli attori sembrano divertirsi molto nell’interpretare i personaggi di Maverick e questo da al film una vena brillante che lo fa sembrare una commedia in alcuni aspetti. È sempre una buona cosa avere attori soddisfatti che recitano ed in questo film l’impressione è proprio questa. Mel Gibbson non si scopre certo con questa pellicola, il suo volto sorprende ogni volta che viene messo davanti alla video camera. Non è solo lui a far parte di un cast eccellente per dar vita a questo western atipico. Troviamo infatti anche la straordinaria Jodie Foster, Graham Greene, James Garner, James Coburn, Alfred Molina ed anche un cameo molto divertente di Danny Glover.

Posted in Uncategorized. Bookmark the permalink. RSS feed for this post. Both comments and trackbacks are currently closed.

Swedish Greys - a WordPress theme from Nordic Themepark.